Indice Dietro Avanti
L. Vero e Giove in quadriga
26.5.2012
Salve Sig. De Florio,
la contatto in merito ad un suo vecchio intervento, esattamente questo :
http://www.forumancientcoins.com/monetaromana/corrisp/a406/a406.html
Disponendo della stessa moneta, ma suppongo di una diversa lega (il colore è ben diverso), vorrei chiederle quale valore, anche se puramente approssimativo, potrebbe attribuire ad essa. Ho seguito le sue indicazioni e le fornisco i dati raccolti allegando le relative foto:

LEGA: BRONZO
PESO: 21,3gr
DIAMETRO: 3,7cm
ASSE DI CONIO: ore 6*
PROVA CALAMITA: non attacca

* seguendo la procedura video ho rilevato la seguente asse di conio, sperando di non aver commesso errori
La ringrazio anticipatamente ed autorizzo l'uso incondizionato delle foto
Distinti saluti
L'evoluzione di una moneta:
dal decagrammo di Siracusa (fig. 4 in basso), a Cavino (figg. 2-3), sino all'ibrido moderno (fig. 1 sottostante)
Cliccare sulle immagini della riga sottostante per ingrandire
fig. 1
L'ibrido moderno  di Lucio Vero inviato dal lettore
-------------------------------------------------------------------------------------------


fig. 2
http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-10430
fig. 3
http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-10470



fig. 4
http://www.acsearch.info/record.html?id=40996
Roma, 31.5.2012
Egregio Lettore,
come lei ha osservato, mi sono già occupato di questa tipologia monetale. Riprendo l'argomento con riferimento specifico al campione in esame. Di seguito riporto gli elementi significativi che ho potuto raccogliere:

Sesterzio1, 169 d. C.2

Descrizione sommaria:
D. L VERVS AVG ARM PARTH MAX IR P VIIII Busto di Lucio Vero3 laureato e corazzato a destra, visto da dietro. Bordo perlinato.
R. COS II SC in esergo4. Giove in quadriga veloce a sinistra sorregge una frusta con la mano destra e con la sinistra tiene le redini dei cavalli.5 Bordo perlinato.

A titolo di confronto di seguito riporto i link a monete simili, disponibili in rete:

  1. http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-4381 AE 38mm. Lucius Verus medallion: L VERVS AVG ARM-PARTH MAX IR P COS VIIII, laureate, draped bust right Emperor in galloping quadriga left in ex: COS dot II dot / SC Bought on ebay in Jan. 08 as fantasy piece Submitted by Helvetica.
  2. http://www.numismatique.com/forum/affichage_forum.php?idSujet=5996&p=10 On voit sur 1 face un buste et des inscriptions illisibles, et sur l'autre un char tirée par 4 chevaux. Son diametre est de 35 mm.
  3. http://numismatics.org/collection/1995.61.32 Obverse Legend: L VERVS AVG ARM PARTH MAX IRP VIIII Obverse Type: Bust laur. dr. cuir. r. seen from behind Reverse Legend: COS II/S C Reverse Type: Emperor driving quaddriga l. AE Medallion. 1995.61.32. Descriptive Information Object Type: Counterfeit Axis: 12 Denomination: medallion Manufacture: CA Material: AE Measurements: 32 mm Weight: 15.19 grams Department: Roman Index Terms Personal Names: Person: L. Verus Subjects: Category: Roman--Modern--Copy.
  4. http://numismatics.org/collection/1992.123.2 Obverse Legend: L VERVS AVG ARM PARTH MAX IR P VIIII Obverse Type: Bust laur. dr. cuir. r. seen from behind Reverse Legend: COS II SC Reverse Type: Jupiter driving quadriga l. AE Sestertius. 1992.123.2 Descriptive Information Object Type: Counterfeit Axis: 12 Denomination: sestertius Manufacture: CA Material: AE Measurements: 38.5 mm Weight: 16.15 grams Department: Roman Index Terms Personal Names: Person: Lucius Verus Deity: Jupiter Subjects: Category: Roman--Modern--Copy.
  5. http://www.vcoins.com/ancient/ancientimports/store/viewItem.asp?idProduct=6947 Modern Museum Copy of medallion of Lucius Verus Attribution: Not in Klawans Date: 1900's Obverse: L VERVS AVG ARM PARTH MAX IR P VIIII, bust right Reverse: emperor in quadriga left, COS II S C in ex. Size: 38.42 mm Weight: 13.4 grams Description: An interesting medallion and JUST TO BE PERFECTLY CLEAR THIS IS NOT A REAL ANCIENT COIN Price  US$ 15.00   € 11.96 £ 9.57 AUD$ 15.32  CHF 14.36 CAD$ 15.41 Rates for 5/25/2012.
  6. http://www.forumancientcoins.com/monetaromana/corrisp/a406/grande.html 16,95 gr, diametro cm 3,9, asse 1 h, lega metallica rame.
  7. http://tjbuggey.ancients.info/images/luciusv2.jpg Paduan 15th Century Obv: Lucius Verus' bust right. Rev: Emperor driving quadriga left. A Renaissance reproduction of a Roman Sestertius.
  8. http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-10967 Lucius Verus Fantasy Modern cast AE fantasy fake "sestertius" purporting to be of Lucius Verus, 35mm obv: L VERVS AVG ARM PARTH MAX TR P VIIII draped laureate (?) bust, r. rev: fast quadriga being driven left, COS II SC in exergue A commonly encountered "tourist fake" fantasy type. Note that the legend on this specimen, owing to flaws in the casting, appears to read ...MAX IP P VIIII, though other specimens show the legend more clearly. Obverse copies Cavino (Klawans 1), and reverse Cavino for Didius Julianus (Klawans 2).5
  9. http://www.decorarconarte.com/epages/61552482.sf/it_IT/?ObjectPath=/Shops/61552482/Products/moneda-romana-lucio-vero-23 Riproduzioni di monete romane di epoca repubblicana e imperiale. Sono realizzati in bronzo. Loro francobolli visualizzata una grande definizione e curatissimo patina. Misure circa 35 mm Ogni moneta viene consegnato nel suo caso come Prodotto disponibile Tempi di consegna: 10 giorno/i 12,00 € Prezzo IVA inclusa..,  Non compresi i porti.
Riassumendo, il Cavino, incisore del '500, nel corso della sua attività ideò medaglie di fantasia che si ispiravano nel disegno a monete dell'antichità greca e romana, tra le altre in particolare le due monete di fig. 2 e fig. 3. In tempi moderni, verosimilmente nel '900, da queste due monete è stato tratto un ibrido (fig. 1) che reca sul dritto il busto di L. Vero quale si osserva nella moneta di fig. 2 e il cui rovescio riprende la quadriga, privata della Vittoria alata, che si osserva nella moneta di fig. 3. Concludendo e in risposta alla domanda del lettore in ordine al valore venale della moneta di fig. 1, mi pare che non ci siano dubbi che essa:
  • in quanto di fantasia, sia priva di valore numismatico, anche se non scevra da qualche interesse per lo studio e le origini;
  • possa presentare qualche interesse commerciale per i collezionisti di genere, come si evince dai link 1  e link 5 di cui sopra. Si parla beninteso di prezzi sul mercato telematico (tipo ebay) che, nei casi di monete in perfetto stato di conservazione e indipendentemente dal colore o dalla patina, dovrebbero risultare contenuti entro la soglia dei 50,00€.

La saluto cordialmente.
Giulio De Florio

--------------------------------------------

Note:

(1) BMC IV indica, per i sesterzi di L. Vero, le seguenti caratteristiche medie: peso 25,16g (media su 558 campioni), diametro c. 32mm. Dunque la moneta in esame, per via dell'eccezionale diametro, sembra piuttosto da annoverarsi tra i medaglioni. Raccolgo in tabella le caratteristiche fisiche delle monete di pari tipologia reperite nel web:

Riferimenti Peso (g.)  Diametro (mm) Asse di conio (h)
Link1 - 38 -
Link2 - 35 -
Link3 15,19 32 -
Link4 16,15 38,5 12
Link5 13,4 38,42 -
Link6 16,95 39 1
Link8 - 35 -
In buona sostanza la moneta in esame (21,3g, 37mm, 6h) è un po' più pesante delle monete reperite nel web mentre ne condivide più o meno il diametro.
(2) La moneta è stata datata sulla base del nono incarico di tribuno (TRPVIIII) che fu conferito a Lucio Vero nel 169 d. C.
(3) L VERVS AVG ARM PARTH MAX IR P VIIII (Lucius VERUS AVGustus ARMeniacus PARTHicus MAXimus TRibunicia Potestate VIIII). L. Ceionius Commodus, in seguito conosciuto come L. Aurelius Verus, nacque nel 130 d.C., figlio di Aelius Caesar. Nell'anno 138 fu adottato da Antonino Pio ma, a differenza di M. Aurelio, adottato insieme a lui, non fu elevato al rango di Cesare. Ciò nonostante, allorché Marco Aurelio divenne Augusto nel 161, L. Vero fu immediatamente nominato coreggente. Sposò Lucilla, figlia di Marco Aurelio, nel 164. Combatté con successo in Oriente dal 163 al 165 (da qui i titoli di "ARMeniacus" e di "PARTHicus Maximus" e gli onori del trionfo tributatigli al ritorno a Roma). Nel 167 fu investito per la terza volta della carica di console (COSIII). All'inizio del 169 ricevette per la nona volta l'incarico di tribuno. Morì nel 169. Il Cohen riferisce che la sua morte fu dovuta al veleno ma che più probabilmente si dovette alla passione per la tavola (notizie tratte dal Sear e dal Cohen). Per un profilo biografico vedere anche la voce relativa dell'edizione on line dell'Enciclopedia Treccani. Si vorrà notare l'anomalia della leggenda del dritto nella quale il normale TR (TRibunicia) è sostituito da IR.
(4) COS II (COnSul II), console per la seconda volta. La sigla S C (Senatus Consulto = per decreto del Senato) sta ad indicare la titolarità del Senato a decidere sulle emissioni monetarie in metallo non pregiato.
Si noterà la contraddizione tra la titolatura del dritto TR P VIIII e quella del rovescio COS II: al tempo del suo nono mandato di tribuno (169) L. Vero era già al terzo (COS III) e non più al secondo consolato.
(5) Il tipo dell'auriga nel rovescio di figura 1 non è attestato nella monetazione di L. Vero (per lo meno non in associazione con la leggenda COS II/SC o COSIII/SC); il tema e lo stile del rovescio sono quelli di una moneta di fantasia del Cavino (v. link) che incorporava la quadriga vittoriosa tipica del decadrammo di Siracusa (fig. 4 - v. ad es. il link). Sostiene il sito http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-10967 che la moneta di figura 1 sia un ibrido che reca sul dritto il busto di L. Vero di cui al link, http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-10430 e sul rovescio la quadriga, privata tuttavia dell'angelo della Vittoria, che si osserva nella moneta di Didio Giuliano di cui al link http://www.forumancientcoins.com/fakes/displayimage.php?pos=-10470.
Indice Dietro Avanti