Classical Numismatics Discussion Board
Welcome, Guest. Please login or register.
Did you miss your activation email?
April 24, 2014, 12:51:21 pm
Search Calendar Login Register

Recent Additions to Forum's Shop


FORVM`s Classical Numismatics Discussion Board  |  Ancient Coin Discussions In Other Languages  |  Forum di discussione di Numismatic in Italiano (Moderator: paolo)  |  Topic: ... ma un conio, che durata aveva? 0 Members and 1 Guest are viewing this topic. « previous next »
Pages: [1] Go Down Print
Author Topic: ... ma un conio, che durata aveva?  (Read 934 times)
antvwala
Guest
« on: May 02, 2009, 11:21:05 pm »

... ma un conio, che durata aveva?

Per esempio, il conio di un sesterzio? e quello di un antoniniano? ed infine, quello di un AE4 del basso impero?
Immagino che il conio di incudine vaesse una maggiore durata di quello di martello.... ma forse immagino sbagliato....  Grin
Logged
Postumus
Procurator Caesaris
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 2109


Iterum rudit leo.


WWW
« Reply #1 on: May 03, 2009, 05:38:29 pm »

Sicuro durava meno quelo del seterzio
 anche sulla base della resitenza del metallo battuto e delle dimensioni ...
Logged

Caius Marcus Latinus Cassianius Postumus
antvwala
Guest
« Reply #2 on: May 04, 2009, 01:21:57 am »

Anch'io sono convinto che quanto pi¨ piccola la moneta, tanto maggiore era la durata del conio... pi¨ che una questione di convinzione, Ŕ un fatto di ovvietÓ. Fatta 1 la durata del conio di un sesterzio, quella di un antoniniano poteva essere 10 e quella di un centennionale 20...
Ma quanti pezzi si potevano battere prima che si dovesse cambiare il conio in quanto alla fine prima o poi si spezzava? Mi pare che quello di incudine avesse una durata maggiore di quello di martello...

Antvwala
Logged
Postumus
Procurator Caesaris
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 2109


Iterum rudit leo.


WWW
« Reply #3 on: May 04, 2009, 01:50:47 am »

Devi ance calcolare l'usura, in molti casi si parla di conio "stanco" vedi l'esempio delle monete dell'impero gallico, se noti Ŕ difficile troavre monete di Vittorino o dei Tetrici con un buon rilievo sul diritto e sul rovescio ... non penso che sia solo dovuto all'usura ...
Logged

Caius Marcus Latinus Cassianius Postumus
antvwala
Guest
« Reply #4 on: May 04, 2009, 06:51:59 am »

... ma resta in piedi la domanda: quante monente si coniavano con un conio di incudine ed uno di martello? In modo particolare mi interessano i centennionali (ovviamente lo chiedo in funzione della lupacchiotta....).

Antvwala
Logged
Postumus
Procurator Caesaris
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 2109


Iterum rudit leo.


WWW
« Reply #5 on: May 04, 2009, 08:29:25 am »

La risposta Ŕ semplice ... non ne ho idea ... :-)
Logged

Caius Marcus Latinus Cassianius Postumus
Postumus
Procurator Caesaris
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 2109


Iterum rudit leo.


WWW
« Reply #6 on: May 04, 2009, 09:24:28 am »

Un articoletto, interessante .... ma che non risponde alla tua domanda  Undecided

http://manuali.lamoneta.it/CONIO.htm
Logged

Caius Marcus Latinus Cassianius Postumus
justinopolitanus
Consul
***
Offline Offline

Posts: 364


« Reply #7 on: May 04, 2009, 09:35:41 am »

Relata refero: un numismatico non da poco, alcuni anni fa, mi aveva parlato (per le greche)  di circa 2000 battute, e un po' di meno per il conio di martello, pi¨ sollecitato.
Logged
antvwala
Guest
« Reply #8 on: May 04, 2009, 10:44:23 am »

Grazie Justinopolitanus: anch'io avevo letto durate dell'ordine di qualche migliaio di battute, ma non so a che tipo di moneta si riferissero. Ovviamente dimen sione e metallo cambiano di molto la durata del conio...
Logged
Postumus
Procurator Caesaris
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 2109


Iterum rudit leo.


WWW
« Reply #9 on: May 04, 2009, 04:53:09 pm »

rimane il dubbio su come sia uscita quella lupa alla rovescia ...
Logged

Caius Marcus Latinus Cassianius Postumus
antvwala
Guest
« Reply #10 on: May 04, 2009, 10:11:34 pm »

Una lupa retrograda che, insieme ad una domanda di Rosina, mi ha stimolato a scrivere quel lunghissimo post sull'Vrbs Roma Smiley
Logged
Postumus
Procurator Caesaris
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 2109


Iterum rudit leo.


WWW
« Reply #11 on: May 05, 2009, 12:55:05 am »

Io penso ci fosse un modo meccanico di produrre i coni ... altrimenti non si spiegherebbe il conio di monete speculari ...
Logged

Caius Marcus Latinus Cassianius Postumus
pippo72
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 1821


I love this forum!


« Reply #12 on: May 05, 2009, 11:57:55 am »

c'erano i punzoni, o no? L'incisore intagliava il punzone, dal quale venivano ricavati i coni in negativo poi si coniava la moneta riottenendo l'immagine in positivo..
chissa' pu˛ essere che quella lupa Ŕ stata ricavata a partire da un punzone sul quale l'incisore ha intagliato l'immagine e il segno di zecca presi a modello da un conio preesistente (immagine negativa), quindi Ŕ stata ottenuta sul punzone un'immagine della lupa e il segno di zecca speculari.....
Logged
PLINIUS
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 599



« Reply #13 on: May 08, 2009, 01:23:34 am »

Per denari repubblicani Crawford (ma dovrei controllare) suggeriva un numero di battiture molto maggiore, fino a 20.000-30.000 per conio.
Logged

...et iam summa procul villarum culmina fumant, maioresque cadunt altis de montibus umbrae.
Postumus
Procurator Caesaris
Caesar
****
Offline Offline

Posts: 2109


Iterum rudit leo.


WWW
« Reply #14 on: May 08, 2009, 05:26:17 am »

Calcola k per˛ si tratta di argento ...
Logged

Caius Marcus Latinus Cassianius Postumus
Pages: [1] Go Up Print 
FORVM`s Classical Numismatics Discussion Board  |  Ancient Coin Discussions In Other Languages  |  Forum di discussione di Numismatic in Italiano (Moderator: paolo)  |  Topic: ... ma un conio, che durata aveva? « previous next »
Jump to:  

Recent Price Reductions in Forum's Shop


Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2013, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!
Page created in 1.012 seconds with 53 queries.